Vantaggi e svantaggi dell’angelcare della Foppapedretti

 

Erika: “Buongiorno mamme, come perdere dieci anni di anni di vita in un secondo. Per la nascita della mia bambina mi è stato regalato l’Angelcare della Foppapedretti (oltre ai rumori monitora anche il respiro e il battito,per chi non lo conosce). Questa notte che spavento, la mia cucciola si era messa di traverso vicino alla testata della culla tutta attaccata al paracolpi e così si è messo a suonare! e io mi sono presa il mio primo bel spavento. Immagino che dovrò aspettarmene molti altri!”
• Cinzia: anche a me e’ stato regalato. L’ ho usato fino a quando Leonardo dormiva “fermo”. Dopo la terza notte di sirena e spaventi, ho staccato il sensore. Adesso usiamo l’angioletto luce.
• Maria: la stessa cosa è successa anche a me. Ho staccato i sensori e usavo solo le radioline troppo. Ti fa venire un attacco di cuore nel bel mezzo della notte.
• Valeria: a me è successo solo la prima notte dall’uscita dell’ospedale. Poi per fortuna non ha suonato più.
• Mara: io l’ho usato per entrambi i bimbi fino a che non si giravano troppo nel letto. Mi è servito. Considerando che i miei soffrivano di reflusso e con il rigurgito i bambini possono soffocare. Mi faceva dormire più serena.
• Anna: anch’io l’ho usato. E anch’io ho avuto una serie di infarti infinita!
• Anna: Io non lo userò mai! Anche al corso pre parto ci hanno sconsigliato vivamente di utilizzarlo. Fa venire l’ infarto. Ma una volta come facevano?
• Paola: una volta facevamo senza ed era molto meglio! Tanto più che i bimbi quando dormono tendono a fare mille rumori per nulla e continuare comunque a dormire. Infatti io li ho lasciati in cameretta da soli da subito per dormire in pace. poi riguardo i rigurgiti forse serve ma non ho avuto il problema. In casi “normali” meglio senza: tanto se ci sono problemi e piangono, si sentono eccome se si sentono.
• Daniela: non hai bisogno di nessun dispositivo per sentire il respiro della tua bimba. Ogni mamma è sintonizzata sul proprio cucciolo! Mettila accanto al tuo lettone, nella tua camera e dormi serena.
• Ivana: io l’ho usato e lo uso tuttora con il mio bambino di due anni e mezzo. Ma solo per i rumori. Così lo sento se si sveglia. Però ho disattivato il sensore battito e respiro.
• Antonietta: io lo uso ancora adesso ed in tre anni ha suonato una volta sola perché si era spostata ai piedi del letto. Ho paura che soffra di apnee notturne, ma oggi facciamo il polisonnogramma e poi vedremo.
• Pamela: io invece lo straconsiglio se siete come me! io in pratica non riuscivo nemmeno a dormire di notte con questo incubo della SISD e così l’ho comprato, mi ha salvato le notti! finalmente riuscivo a dormire perché sapevo che c’era lui a suonare se fosse successo qualcosa. Comunque qualche falso allarme lo dava anche a me, ma 3 volte ha suonato giusto, perché la piccola aveva realmente smesso di respirare (non so se per apnee o cosa), fatto sta che ha iniziato a suonare e io con la mano l’ho mossa un pochino per riprendere il ritmo del respiro.
• Monica: anche a me è successo e dal quel giorno l’ho messo nel cassetto!
• Rossella: io già di ansia ne avevo tanta quando è nata e ancora ne ho, se dovessi averlo che mi sveglia perché mia figlia non respira, di sicuro muoio.
• Manuela: idem come Mara, usato e solo un paio di infarti in tre anni. Causa reflusso per entrambi, mi ha consentito di riposare invece di stare con le orecchie perennemente in allerta rigurgito. Scusate comunque un’apnea di 20 secondi non è letale, quindi se funziona e suona dopo 20 sec di apnea, hai tutto il tempo di intervenire.

In archivio trovi le altre discussioni sull’argomento Sonno

ATTENZIONE! I consigli delle mamme non devono in alcun modo intendersi come sostitutivi del parere di un medico. Chiedete sempre il parere del medico, a cui nessuno, privo degli stessi titoli e autorizzazioni, può sostituirsi.

In : Sonno
I più letti
Siamo su Facebook
Che cosa sa fare mio figlio a