bruco-natale
 

Le risposte degli avvocati

Separazione, divorzio, affidamento dei figli. Vuoi consigli su questioni legali che riguardano la famiglia? Scrivi all'avvocato Paola Perrino, ti risponderà in questo spazio nel massimo rispetto della tua privacy.  

Scrivi all'esperto!

 

 

Il Forum

Un luogo dove condividere dubbi, domande e soluzioni. Genitori, nonni, insegnanti, vi aspettiamo! Accedi o registrati.
Dimenticata la password?

Le ultime discussioni:

 

Congedo di maternità. Quanto dura? Quanto è pagato?

Gentile avvocato,

sono al quinto mese di gravidanza, lavoro come impiegata in una piccola azienda. Sono a tempo indeterminato. Vorrei sapere a quanti mesi di congedo maternità ho diritto in totale e come mi verranno pagati? È vero che le regole variano a seconda del tipo di settore in cui si lavora?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Come spiegare una separazione ai bambini?
Problemi di casa in comproprietà
Genitori separati e vacanze. Cosa dice la legge?
Genitori separati. Quanti giorni di vacanza con i figli spettano al papà?
Se un padre fa sparire il libretto postale del figlio
Congedo di maternità. Quanto dura? Quanto è pagato?

La risposta dell'avvocato

Cara Signora,

la legge le garantisce 5 mesi di astensione dal lavoro nei quali ha diritto a una retribuzione pari al 80% della retribuzione giornaliera calcolata sulla base dell’ultimo stipendio (salvo un trattamento di maggior favore eventualmente previsto dal suo contratto).

Normalmente l'astensione dal lavoro inizia 2 mesi prima della data presunta per il parto, quindi al settimo mese, e prosegue i 3 mesi successivi al parto. Ma se non ci sono particolari problemi di salute si può chiedere la flessibilità, ovvero far partire la maternità all’ottavo mese di gravidanza, quindi andare al lavoro fino a un mese prima della data presunta per il parto. In questo caso, il mese che non è stato utilizzato prima del parto, si recupera dopo, tornando al lavoro quando il bambino compie 4 mesi.

Se vuole avvalersi della flessibilità, deve farsi rilasciare, entro la fine del settimo mese di gravidanza, queste certificazioni mediche che attestino l’assenza di situazioni di rischio per la sua salute e quella del nascituro:

- certificazione medica rilasciata dal ginecologo del Servizio Sanitario Nazionale o dal ginecologo convenzionato con il SSN

- certificazione medica rilasciata dal medico aziendale responsabile alla sorveglianza sanitaria. In mancanza del medico aziendale, è necessario acquisire la dichiarazione del datore di lavoro attestante che in azienda o per le attività svolte non esiste l’obbligo di sorveglianza sanitaria sul lavoro.

Le certificazioni sanitarie devono essere dev’essere presentate in originale

alla Struttura Inps competente.

Nel caso di parto post termine, i 3 (o 4) mesi si calcolano dalla data del parto.

Nel caso di parto anticipato, si calcolano comunque dalla data presunta.

Terminato questo periodo obbligatorio, lei ha diritto a ulteriori 6 mesi (il cosiddetto congedo parentale) per cui la retribuzione però scende al 30%.

Questo periodo di astensione dal lavoro non deve necessariamente essere preso in un unico periodo, può essere anche frazionato fino all'ottavo anno del figlio.

Inoltre, fino a quando il bambino non compie un anno può usufruire dei permessi cosiddetti per "allattamento" che corrispondono a due ore al giorno di astensione.

Ovviamente sul sito www.inps.it nella sezione Informazioni, tra le prestazioni a sostegno del reddito, troverà tutto quello che le serve sull’argomento.

Tanti auguri

avv. Paola Perrino

Hai domande per il nostro consulente legale? Invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Posso passare dall’affido condiviso a quello esclusivo?
Se il padre non può mantenere un figlio, la madre può chiedere gli alimenti ai nonni
Si può togliere a un figlio il cognome del padre?
Affidamento dei figli: le sentenze valgono anche quando ci si trasferisce?
Separazione: "Il mio ex può portarmi via nostro figlio?"
Può un padre rinunciare a diritti e doveri su un figlio?
Con quali criteri il giudice decide con chi deve vivere un figlio?
Adozione e maternità. Cosa dice la legge?
Assegno di mantenimento: la ex del mio compagno ci vuole rovinare
Cosa dice la legge sulla separazione tra conviventi?
Joomla SEF URLs by Artio

Siamo su Facebook