Come si scrive un riassunto? 4 regole semplici ma fondamentali

Il riassunto è uno di quei compiti spesso più mal visti dai bambini, perché comporta un impegno mentale e pratico, oltre che un’attenzione necessaria verso la lettura di ciò che è da riassumere e poi, anche, verso il testo che dovrà essere riscritto più brevemente. Ma esiste un modo per scrivere un buon riassunto secondo delle regole che ne velocizzino il compito? Come si scrive un riassunto?

1- Un buon riassunto parte da un’attenta lettura del testo

Non si può pensare di riuscire a scrivere un buon riassunto se prima non si è letto il testo originale. La lettura, però, non deve essere meccanica e sbrigativa, perché il rischio è quello di captare poche informazioni slegate che non sono in grado di ricreare il sunto dei concetti espressi.

Leggere un testo da riassumere significa invece concentrarsi, ponendo attenzione ad ogni dettaglio del racconto, in modo da non essere costretti poi a rileggerlo una seconda o terza volta.

Durante la lettura, inoltre, un trucco molto utile è quello di sottolineare i punti salienti, in modo da creare degli ancoraggi mentali agli eventi principali narrati.

Anche la sottolineatura non va eseguita meccanicamente, perché bisogna porre attenzione solo su alcuni fattori di spicco e sui passaggi determinanti del senso espresso dal testo.

Fatto questo lavoro una singola volta, sarà poi semplicissimo riscrivere un sunto adeguato.

2 – Come scrivere il riassunto

Se il passaggio della lettura e della sottolineatura è stato eseguito a dovere, la fase della scrittura sarà molto semplice e veloce. Si può optare per una tecnica con la quale ci si appunta, sotto forma di elenco puntato, i passaggi importanti del testo, per poi rielaborarli sviluppandoli come un discorso.

In alternativa si può passare direttamente a redigere il riassunto sulla base di tutte le informazioni incamerate.

Un riassunto deve comunque sempre essere costituito da:

  • introduzione

  • corpo centrale del testo

  • conclusione

3- Il segreto di un riassunto perfetto: usare solo parole di cui si conosce il significato

Ricordatevi di far leggere il riassunto ad alta voce al bambino, fermatelo ogni tanto e chiedetegli il significato delle parole che ha usato. Non deve copiare infatti le stesse parole del testo ma deve usare le sue, quelle che conosce per dimostrare di aver capito e di saper fare una sintesi. Questo è il passaggio più difficile ma quello fondamentale che fa la differenza fra un riassunto copia incolla di parole e una vera sintesi in cui il bambino dimostra di aver capito quello che scrive.

4 – Sintassi, grammatica, punteggiatura

Bisogna fare inoltre molta attenzione alla grammatica, alla punteggiatura e alla sintassi, fate frasi corte cercando anche di mantenersi entro dei limiti di lunghezza del testo, proporzionandolo a quella del racconto originale.

Il livello espositivo di un riassunto deve mantenersi corretto, mantenendo la giusta sequenza dei passaggi, esprimendo frasi brevi ma chiare e, possibilmente, parlando in terza persona con frasi indirette. Nel riassunto non va inserita una propria opinione, a meno che non sia esplicitamente espresso dal compito.

Related Articles

I più letti
Siamo su Facebook
Che cosa sa fare mio figlio a