Dovrei controllare mio figlio nell’uso dei Social?

I bambini e gli adolescenti dell’era digitale hanno un rapporto speciale con la tecnologia: sono nati in un periodo nel quale smartphone, computer e console di gioco erano già presenti nella loro vita quotidiana. E’ per questo motivo che non hanno difficoltà ad interagire con questi apparecchi, anche quando vengono sviluppati nuovi modelli dalle funzioni sempre più avanzate. Per un genitore impedire ai propri figli di usare un computer o di accedere ad internet è una battaglia persa in partenza: le opportunità di navigare sul web sono infinite ed un controllo totale è pressoché impossibile. Che fare allora per proteggere i nostri figli dalle trappole della rete?

I vantaggi e gli svantaggi dei Social

Con il termine Social si intende indicare un’applicazione per computer o per dispositivo mobile (smartphone, tablet) che consente di interagire con altri utenti scambiando messaggi istantanei e contenuti come foto, video e altri file. Rispetto al passato, si tratta di un modo rivoluzionario di entrare in comunicazione in tempo reale con persone da tutto il mondo, estendendo così la rete di conoscenze. Eppure i Social nascondono dei rischi, specie per i minori: i bambini e gli adolescenti che lo utilizzano senza il controllo degli adulti possono esporsi al pericolo di essere adescati da malintenzionati; si può essere tentati di entrare a far parte di gruppi violenti o razzisti, senza valutarne le conseguenze; si può cadere nella trappola della pedofilia; si può perdere facilmente del denaro, utilizzando inopinatamente la carta di credito del padre o della madre. Spesso i genitori si sentono completamente spiazzati di fronte alle minacce del web, anche perché a volte non possiedono familiarità con le nuove tecnologie e non sanno come impostare delle difese efficaci. E “sequestrare” lo smartphone al figlio non è sempre la mossa più consigliata: accedere ad internet è oggi sempre più facile.

Rendere i figli responsabili nell’uso dei Social media

Se divieti e controllo totale non sono possibili, il metodo più ragionevole per limitare i rischi dei Social è parlare con i figli e renderli consapevoli del problema. I figli adolescenti sono in grado di capire i rischi dei Social, se affiancati da adulti maturi in grado di esporre con chiarezza i pericoli della rete. É essenziale tuttavia che gli adulti si propongano come “role models”: è inutile cercare di tutelare i propri figli dall’uso dei Social, quando sono i genitori stessi a farne un uso esibizionistico e sfrenato.
Per quanto riguarda invece i bambini, la soluzione più pratica consiste nel cercare di essere presenti mentre questi accedono alla rete. Sarà anche utile responsabilizzarli nell’uso del PC e dello smartphone, limitandone le ore di utilizzo al fine di evitare che si sviluppi una forma di dipendenza.

Related Articles

I più letti
Siamo su Facebook
Che cosa sa fare mio figlio a