4 consigli per convincere tuo figlio a lavarsi i denti senza tragedie

Tutti i genitori sanno quanto possa essere difficile convincere un bambino a fare qualcosa che proprio non gli piace fare, come ad esempio lavarsi i denti.

Può diventare motivo di bugie dette per superare indenne il momento più odiato prima di andare a letto o appena sveglio al mattino, così come diventare un motivo di bisticcio inutile tra genitore e figlio. Per fortuna si può lavorare su alcuni buoni consigli che potrebbero migliorare nettamente l’approccio del bambino al gesto di lavarsi i denti, portandolo addirittura ad esserne entusiasta.

Quattro consigli per rendere i bambini felici di lavarsi i denti

I più piccoli non possono capire l’importanza di questo gesto così semplice eppure così efficace per la cura dentale, per cui a nulla servirà spiegargli l’utilità; piuttosto si potrà giocare d’astuzia e sfruttare un po’ di creatività attuando i seguenti consigli:

1- renderlo un momento di condivisione, durante il quale il bambino vorrà copiare i gesti del proprio genitore, assecondando i movimenti e la forza di spazzolamento per semplice imitazione di un adulto. Questo metodo può risultare utile soprattutto per quei genitori spesso fuori per lavoro, sfruttando il momento dell’igiene orale per condividere qualcosa di quotidiano con il proprio figlio. Inoltre, in questo modo potrà assicurarsi di persona che i denti siano stati effettivamente lavati;

2- rendere un gioco l’igiene dentale, infatti se i bambini vivranno questo momento non più come un obbligo giornaliero ma come un momento di divertimento, saranno certamente più propensi a farlo. Si potrà per esempio fargli dare un nome speciale allo spazzolino da loro scelto, creargli piccole sfide a tempo per vedere in quanti minuti riesce a lavarsi per bene i denti, fargli fare bolle di dentifricio con la bocca e così via;

3- ricambiare l’impegno con una ricompensa, perché molti bambini reagiscono meglio se sanno di dover compiere un’azione a cui segue un piccolo premio. Non deve trattarsi di qualcosa di grosso, ma anche di piccole soddisfazioni, come concedergli il cibo preferito al prossimo pasto o una piccola ricompensa da dare a fine settimana;

4- preferire uno spazzolino elettrico, che spesso viene vissuto dal bambino quasi come un nuovo giocattolo, poiché solletica le gengive, emette suoni e rumori, presenta luci che si accendono e si spengono. In questo modo potrebbero essere non solo più stimolati ma sicuramente otterranno una pulizia dentale più accurata e precisa.

In alcuni casi potrebbero essere utili anche cartoni animati educativi che stimolino la loro curiosità sull’importanza dell’igiene dentale.

LEGGI ANCHE:

Apparecchio per i bambini è indispensabile?

Strategie anticarie: fluoro e spazzolamento

Strategie anticarie: la sigillatura dei solchi

A che età portare un bambino dal dentista

A quanti mesi spuntano i primi denti?

In : Denti

Related Articles

I più letti
Siamo su Facebook
Che cosa sa fare mio figlio a